MASSOTERAPIA GLOBALE

MASSOTERAPIA GLOBALE

La massoterapia è una medicina riabilitativa e preventiva, tra le più antiche. Le tecniche di massaggio sono molte e varie, sviluppate negli anni da sperimentatori di diverse epoche e basate su tecniche molto differenti ed eterogenee.

Una seduta di massoterapia può avere durata varia, anche a seconda della zona da trattare, della patologia in atto, di come risponde il paziente, della sua sensibilità, età e condizione generale. La determinazione del numero delle sedute è sempre da programmare in base ai progressi ottenuti, anche se generalmente e per convenzione si fanno pacchetti di dieci incontri, invitando il paziente a finire il ciclo anche se la sintomatologia è migliorata o scomparsa, al fine di garantire un buon risultato ma che sia soprattutto duraturo nel tempo.

Quando e perché si usa la MASSOTERAPIA?

La massoterapia ha una larga applicazione non solo nella cura dei traumi e delle patologie, ma è notevolmente utile anche per l’eliminazione della fatica, aumentando le capacità di recupero e di lavoro degli atleti e per indurre rilassamento nelle persone tese e stressate.

Sulla cute il massaggio produce una riduzione dello strato corneo, una migliore vascolarizzazione e un miglior trofismo. Migliora l’elasticità cutanea, aumenta le funzioni specifiche (secrezione sebacea), facilita la penetrazione di sostanze, produce una vasodilatazione di tipo attivo con conseguente arrossamento, migliora la sensibilità propriocettiva, dolorifica e calorica del corpo.

Per il sistema circolatorio, il massaggio ha un effetto prevalente sul circolo di ritorno. Favorevole è anche la sua attività per il sistema linfatico. Migliorando la circolazione il cuore lavora meglio: aumenta la gittata per aumento del circolo di ritorno, diminuisce la frequenza e si abbassano le resistenze sia dei grossi vasi che dei capillari.

Sul tessuto muscolare, il massaggio è capace di aumentare il suo trofismo e la sua capacità di recupero, in quanto il muscolo essendo riccamente vascolarizzato ed innervato trae beneficio dalle stimolazioni meccaniche che ne migliorano il tono.

Sul sistema nervoso il massaggio agisce soprattutto sul dolore con effetto sedativo; lo scorrere delle manovre in modo calmo e continuo, determina un effetto rilassante per azione diretta sui muscoli. Questo effetto sedativo e cinestesico coinvolgendo anche l’aspetto psichico determinando un miglioramento del tono dell’umore.

Quali manovre possono essere utilizzate?

La massoterapia utilizza diverse tecniche di massaggio, riassunte in:

Sfioramento

La manovra con cui si avvia e si termina il massaggio. Consiste solamente in uno scivolamento della mano sulla pelle, senza pressione. Con lo sfioramento si predispone il paziente alle manovre successive.

Sfregamento

Si incrementa la pressione sulla cute. E’ fondamentale perché anticipa e conclude ogni altra manovra.

Frizione

Mantenendo il contatto con la pelle del paziente si effettua una frizione sullo strato superficiale e profondo della cute.

Impastamento

Questa manovra (applicabile su massa muscolare) consiste nel pinzare, sollevare e spostare in maniera trasversale il muscolo esercitando pressione con la mano.

Pressione

Esercitando una pressione perpendicolare alla pelle del paziente, si facilita il riassorbimento nei casi di edemi o difetti vascolari.

Percussione

Si attua tramite una serie di picchiettamenti rapidi e veloci delle dita. Determina un netto miglioramento della vascolarizzazione muscolare ed è consigliata in lesioni che hanno causato ipotrofia.

Vibrazione

La vibrazione si effettua con movimenti brevi e rapidi, tesi a sbrogliare le aderenze fra i muscoli.


PER MAGGIORI INFORMAZIONI O PER PRENDERE UN APPUNTAMENTO

Telefona
0422 307977 (Treviso)
0434 922508 (Pordenone)

oppure compila il seguente modulo di richiesta informazioni.

Leggi il testo informativo sul trattamento dei dati personali conferiti con questo modulo.